11^ Ultra K Marathon

Il monte Canate si può identificare come la Montagna Emblematica della Ultra K Marathon.
Questa gara di corsa a piedi di 50 Km che lo scorso anno è valsa come prova unica per l’assegnazione del titolo italiano di ultra maratona , si snoda da Salsomaggiore a Pellegrino P.se e ritorno a Salsomaggiore descrivendo il perimetro del monte che si eleva sino a 850 m. slm , prima asperità che s’innalza dalla pianura padana divenendo un balcone naturale con una visuale magnifica su di essa.
Non è un caso che la vetta sia stata presa di mira da tantissime emittenti radiotelevisive che lì si sono istallate per meglio diffondere i loro programmi.
Tornando all’itinerario di gara , si può senz’altro affermare che la strada che fuoriesce da Salsomaggiore la Salsediana e porta oltre il Ponte di Scipine devia a sn. appena attraversato il Torrente Stirone, nella parte piacentina, sulla Costa Lame poi si ritorna sulla pedemontana e via a Vigoleno su al castello e giù dalla ripida discesa con posti e panorami mozzafiato.
Poi a Trinità Pellegrino, su per il S.Antonio e giù a Pontegrosso, ancora su a grotta e Casalino per discendere da Cangelasio sino alla Ville d’eau dove dinnanzi al Berzieri è posto il traguardo.
Sullo stesso tragitto senza la variante di Costa Lame e Vigoleno si può correre anche la Salso-Pellegrino di 23 Km.
La natura incontaminata, il passaggio nel cuore di Vigoleno, altri luoghi selvaggi uniti ai colori dell’autunno fanno vivere ai corridori emozioni continue che fanno di questa gara un’esperienza unica ed inimitabile.
Provare per credere!!!